La Chiesa nella politica

Il rapporto fra Stato e Chiesa è stato sempre oggetto di forte dibattito. La Democrazia cristiana, per oltre cinquant’anni, ha rappresentato per la gerarchia cattolica un baluardo contro i processi di laicizzazione della società. La Dc da par suo, pur rivendicando in più occasioni la piena autonomia dalla Chiesa, ha sempre cercato di compiacere i desiderata dei sacri palazzi anche quando farlo ha significato rischiare (vedi il referendum sul divorzio del 1974). La fine della “Balena bianca”, l’avanzata del bipolarismo, la sempre più marcata personalizzazione della politica che ha prodotto leader come Berlusconi prima, Renzi e Salvini in seguito, ha messo le gerarchie di fronte all’esigenza di ripensare il rapporto con la politica. Dal 1993 ad oggi, passando dall’epoca Ruini all’interventismo diretto di papa Francesco, è stata evidente una volontà di inseguire i cambiamenti, interpretarli e possibilmente pilotarli. Non sempre con successo.

Pagine
166
Codice ISBN
978-88-33371-42-9
Prezzo
 15,00  14,25
Acquista online
Aggiungi al carrello