Giuseppe Prezzolini

Anarchico e conservatore, aspro fustigatore dei costumi con uno stile che si snoda tra sarcasmo, spregiudicatezza e attacchi violenti, fu il primo a sostenere la necessità del revisionismo storico. Malvisto dai fascisti prima e dagli antifascisti poi, Prezzolini ha rappresentato il prototipo dell’anticonformista, tanto da ricevere la tessera di giornalista superati gli ottant’anni, quando molti dei mostri sacri come Montanelli, Spadolini e Longanesi lo consideravano da tempo un maestro. Su di lui si sono sprecate le definizioni (editore più intelligente d’Italia, eretico della cultura, anti-italiano per troppo amore, impresario di movimenti politici) ma resta tutt’oggi il punto di riferimento per chiunque voglia fare cultura da battitore libero. La storia di Prezzolini, se analizzata con l’animo libero, è la storia di un Grande Italiano.

Pagine
n.d.
Codice ISBN
n.d.
Prezzo
 18,00  15,30
Acquista online
Aggiungi al carrello